Oggi parliamo di forature e soluzioni tecniche, un argomento molto complesso ed anche questo molto discusso dai ciclisti di tutte le discipline. Ridurre al minimo le forature è importante sia per i ciclisti che cercano il risultato in gara, sia per gli amatori che vogliono farsi un bel giro in bici senza avere problemi. Parleremo in linea generale di quali sono i metodi più usati, ed integreremo il tutto con alcuni consigli dati da atleti professionisti.

Una introduzione necessaria però è data dalla differenza tra foratura e pizzicatura. Ovvero ci sono dei casi in cui, soprattutto se si utilizza la camera d’aria, la perdita di pressione della gomma non viene dato dal taglio di un oggetto contundente, ma dallo schiacciamento del gomma tra cerchio e terreno. E’ una cosa che succede molto spesso se non si utilizza la gomma e la pressione corretta. Per approfondimenti su questo tema rimandiamo la lettura dell’articolo sulla pressione dei pneumatici qui. Infatti se per esempio dobbiamo fare un tracciato da enduro ed utilizziamo una pressione troppo bassa ed un copertone troppo leggero, ci sono buone possibilità che la gomma si tagli. Quindi è importante innanzitutto utilizzare l’attrezzatura giusta per la disciplina che si sta praticando. Molti marchi di pneumatici incorporano nella gomma uno strato più resistente in diversi materiali per diminuire le probabilità di tagli e fori. Ed è importante sempre utilizzare la larghezza della gomma consigliata dal produttore dei cerchi. E’ importante non solo per un discorso di protezione del cerchione, ma anche per permettere al copertone di lavorare in maniera corretta.

Tubeless e Camera d’aria

Fatta questa piccola introduzione parliamo di camere d’aria e tubeless. Sulla mountain bike il tubeless è ormai la soluzione ideale da molti anni, ma su strada ancora non è la soluzione più utilizzata. Ma partiamo dalla domanda fondamentale: come lavora il tubeless? Il tubeless è il sistema che utilizza del liquido sigillante (lattice) all’interno del pneumatico in sostituzione della camera d’aria per mantenere la pressione dentro la gomma.

Comunque per utilizzare il sistema bisogna avere dei cerchi tubeless ready. Cioè dei cerchi ottimizzati per essere utilizzati con gomme tubeless. Controllate sempre che anche i copertoni siano sempre compatibili tubeless ready. Poi è importante “nastrare” il cerchio, ovvero mettere un nastro apposito da incollare sul canale del cerchione, in modo che il lattice non finisca dentro alla camera del cerchio. Esistono anche dei cerchi tubeless nativi, che non hanno bisogno del nastro perché il cerchio è già chiuso.

Questo sistema, soprattutto sulla mountain bike, è molto performante e molto sicuro. Il lattice infatti oltre che a mantenere la pressione, riesce anche a sigillare le piccole forature. Riesce in breve tempo a solidificarsi attorno al foro facendo un “tappo” e bloccando la fuoriuscita dell’aria. Nel caso la foratura fosse troppo grande per essere bloccata solamente dal lattice, sono stati sviluppati dei vermicelli di gomma detti anche tyre plugs, che possono essere inseriti nella gomma con una apposita punta. Questo vermicello aiuta a tappare e saldare il buco agendo assieme al lattice.

Stan’s No Tubes

Uno dei migliori prodotti sul mercato è certamente il lattice Stan’s no tubes che ha prodotto negli anni sia la linea standard che quella Race che viene utilizzata sui campi gara da tutti i professionisti.

forature e soluzioni

E’ un lattice naturale e non dannoso per l’ambiente che sigilla velocemente e perfettamente il pneumatico in qualsiasi condizione. Lavora perfettamente sia d’estate che d’inverno mantenendo sempre la stessa viscosità. Questo prodotto verrà utilizzato per tutta la prossima stagione dal team KTM Protek Dama. E’ un prodotto ormai largamente utilizzati, ed è per questo che le ruote Damil consigliamo di usare il lattice stan’s.

Utilizzare del lattice di scarsa qualità, oltre a non fornire la necessaria protezione contro le forature, crea dei problemi anche ai nipples della ruota. Infatti molti di quei prodotti sono a base di ammoniaca, che è altamente corrosiva per l’alluminio.

Quindi per le forature le soluzioni tubeless più efficaci sono quelle che comportano l’utilizzo di prodotti di buona qualità, sia a livello di gomme che a livello di sigillante.

Buone pedalate!

 

 

 

Leave a comment

Accetto la Privacy Policy * for Click to select the duration you give consent until.

Damil Components © 2020.  Via Dell'Ediliza, 19 - 36100 VICENZA - P. IVA: 03986060246 | Privacy & Policy